Eventi Business/Eventi Musicali/Eventi no-profit e culturali/Fashion & Luxury/Promuovi il tuo evento

Come promuovere un evento sui social media


Oggi i Social Media quali facebook, twitter, linkedin, ecc… sono una delle più grandi opportunità che un event manager ha per promuovere una propria iniziativa. Sia essa di stampo consumer che business.

social

Il concetto dal quale partire è il seguente: negli anni si è passati da un mercato di massa ad una massa di mercati. Questo significa che quando si pensa alla comunicazione, dovremo dare alcuni messaggi molto chiari indirizzati ad ognuno dei target che vorremo sensibilizzare. Questi messaggi dovranno essere dati in tre fasi: pre, durante e post evento. Ma vediamo con quali strumenti.

PRE

Facebook permette di aprire una pagina pubblica dedicata all’evento. Dopo l’apertura sarà possibile invitare i propri contatti a partecipare, postare commenti e dettagli dell’evento, pubblicare foto e video che suscitino interesse, postare dei temi di discussione che potranno poi essere ripresi durante l’evento, pubblicizzare la pagina attraverso l’advertising su facebook oppure su altri canali digitali quali google o banneristica su siti verticali/di settore.

Per configurare correttamente la pagina è importante che:

  • sia pubblica, quindi raggiungibile da tutti ed indicizzata su google
  • permettere a tutti di poter commentare sulla bacheca
  • permettere agli invitati di poter invitare a loro volta i loro amici per scatenare un effetto virale
  • mostrare la lista partecipanti

Twitter è un altro strumento virale che permette di promuovere un evento verso il pubblico. Per prima cosa è necessario utilizzare un hashtag all’interno di ogni tweet ( #organizzaunevento): in questo modo tutti coloro che seguiranno la discussione – legata all’ hashtag che avete scelto – rimarranno aggiornati e si creerà una certa aspettativa. Inoltre la possibilità di ciascuno di condividere i tweet più interessanti può generare la voluta viralità in grado di amplificare ogni messaggio.

EventBrite è un portale che permette di gestire in modo molto semplice la registrazione ad un evento e di profilare i partecipanti secondo alcuni campi standard. Con questo strumento si potranno gestire anche eventi a pagamento e quindi creare e stampare i biglietti oltre a poter gestire i pagamenti online attraverso carte di credito e paypal.

Linkedin è molto utilizzato per promuovere eventi business poichè da la possibilità di targettizzare moltissimo la propria comunicazione. Vi è la possibilità come per facebook di aprire una pagina dedicata all’evento ed invitare a partecipare i propri contatti (opzione gratuita). Oppure è possibile acquistare a pagamento degli spazi pubblicitari e di pagare solo in base al risultato ottenuto, ovvero per numero di click o di impression. Si può anche utilizzare per cercare alcune persone specifiche (ospiti) che si vuole avere all’evento ed invitarle personalmente spedendo loro una “in-mail” (anche questo servizio è a pagamento, ma dai risultati spesso interessanti).

DURANTE

Forsquare  permette di creare venues geolocalizzate ovvero: i partecipanti che si trovano nei pressi della location segnalata dall’applicazione vorranno effettuare il check-in per accumulare punti extra sul loro profilo (una sorta di raccolta punti). In questo modo non si farà altro che aumentare l’interesse verso la propria iniziativa. Anche Facebook Places e Gowalla hanno delle funzionalità simili ma in questo momento sono meno utilizzate dagli utenti.

Twitter è un ottimo strumento anche per rendere un evento maggiormente interattivo. Aver diffuso l’hashtag prima dell’evento e poterlo utilizzare anche durante per generare discussioni e commenti tra chi partecipa direttamente all’evento o chi lo segue a distanza è una ottima strategia. Oggi viene molto utilizzato anche in campo televisivo per generare discussioni che facciano parlare dell’evento (in bene ed in male). Questo strumento, come la maggior parte degli strumenti 2.0 raccontati in questo post, è un’arma a doppio taglio. Visto che gli utenti sono liberi di esprimere la propria opinione e non c’è modo di moderare la discussione, ci si apre ai complimenti ma anche alle critiche. Ma è un rischio che in molti casi vale la pena di correre! Basti pensare che la raccolta di tutti i tweet relativi ad un tema in un determinato periodo di tempo possono essere in certi casi analizzati, raccolti in un documento o pubblicazione, possono generare contatti commerciali, ecc..

Blogger. Invitateli!! saranno coloro che durante l’evento ne parleranno… in molti casi faranno a gara per essere i primi a scrivere qualche recensione o commento.

Facebook, se avete aperto la pagina dell’evento oppure attraverso il vostro account, può essere lo strumento che utilizzerete per postare foto, commenti, video in diretta…. serve tutto a rendere partecipe chi non c’è! E non è detto che chi non è presente non possa essere un contatto al quale non volete comunicar…

POST

Slideshare, Issuu, Scribd sono strumenti utili per condividere slide, filmati, documenti a valle dell’evento in modo che chi vuole “ripassare alcuni elementi” abbia la possibilità di farlo. Su ognuno di questi portali è possibile aprire un canale dedicato all’evento o alle proprie iniziative più in generale.

Chiedere feedback attraverso gli strumenti appena elencati oppure un banale form cartaceo è un buon modo per raccogliere informazioni utili per il prossimo evento ma anche per far capire a chi ha partecipato che la sua opinione è importante (che poi come dovrebbe essere!)

Monitoraggio rete nei giorni successivi per capire chi ha parlato e come del vostro evento. Potrete imparare molto durante questa attività e avrete la possibilità di rispondere direttamente in maniera costruttiva ad alcuni commenti o critiche.

Reportage. Decidete voi come e dove, ma fatelo! sarà utile anche per organizzare o vendere il prossimo evento

Annunci

10 thoughts on “Come promuovere un evento sui social media

  1. Pingback: Social media ed eventi: il report 2013 | evento

  2. Pingback: Un evento per la promozione politica (o di un politico) | evento

  3. Pingback: I libri migliori sui social media | evento

  4. Mi permetto di suggerire anche http://www.happings.com, il sito di cui sono il fondatore, come utile piattaforma per promuovere gratis i propri eventi online. Il sito ha diversi milioni di eventi già pubblicati in tutto il mondo, e permette di rivolgersi a sempre nuovi utenti che si trovano (o si troveranno) nell’area dove si svolge l’evento.

    Mi piace

  5. Pingback: Come organizzare una sagra | evento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...